HAIKU PREMIATI DEL MESE – FEBBRAIO 2014

HAIKU PREMIATI DEL MESE – FEBBRAIO 2014

E’ con gioia che gli Amministratori del Gruppo comunicano i vincitori dell’haiku del mese di febbraio: selezione come sempre durissima e difficile.
Ma ci complimentiamo comunque con Tutti, un Gruppo di Persone che coniugano sapientemente bravura artistica e ottimi valori umani!!!

1483844_10200548531670354_29845985_n
Primo classificato: Livio Gec

nubi eteree –
nel rubino tramonto
si dissolvono

Un senso immenso di bellezza e di quiete che sembra ammantare quasi con deferenza ogni singola sillaba, laddove lo stato d’animo del sabi si concreta nel risveglio dei sensi, nel tramonto che non costituisce la fine del giorno bensì l’inizio, nella vagheggiata sera in cui ogni pensiero trova quiete e collocazione nel distacco e in cui ogni affanno, ogni nube, sparisce quasi per magia ed incanto. “Rubino tramonto” mi suggerisce l’immagine di una pietra preziosa che risplende sino ad accecare l’osservatore con il suo baluginio, laddove si perde l’animo dell’haijin e mi suggerisce ancora un bicchier di vino in cui s’annega ogni cosa; quanto yugen risplende nel secondo ku, tante quanti sono i sensi di scoperta di ciascun haijin che si trovi nel “qui” ed “ora”!
In quei raggi ogni ora si dissolve serenamente; davvero un ottimo haiku, Livio.

Seconda classificata: Margarete Rupp-Soriano

volteggio d’api
si ritirano la sera –
ultimo sole

Leggendolo e percependolo attraverso i sensi questo haiku mi ha subito dato l’idea di una danza, una conturbante danza: queste api festanti che, dopo la laboriosità del giorno, l’incessante moto quotidiano, trovano ristoro e riposo in quei raggi, gli ultimi, quelli che hanno ancora il calore del giorno addosso e, contemporaneamente, anche la freschezza della luna che si assiderà di lì a poco. Un senso di aware percorre il secondo ed il terzo ku, un rimpianto del giorno finito, di una memoria che si perde nell’ultima eco del giorno. Avverto anche un evidente karumi, nella delicatezza di un ultimo sole, il sole metaforico della vita e del tempo che avanza, inesorabile, rapido, misterioso, magico.
Anche questo haiku è davvero bellissimo Margarete!

Terza classificata: Yoshiko Matsuoka

è tutt’orecchi –
il gatto innamorato
sullo scaffale

Uno haiku molto particolare: sullo scaffale un gatto, un gatto innamorato che ascolta, è tutt’orecchi. Mi chiedo: cosa ascolta? Il suono dell’amore, forse? Ma che suono ha l’amore? Che profumo ha, quale odore? Il gatto innamorato che le fusa è una immagine molto quieta, fortemente pervasa da sabi e yugen, quel miagolio che sembra quasi il vagito di un bambino. Ma forse il gatto non è un gatto in amore ma innamorato di cosa (un semplice gomitolo di lana o una boccia di legno o altro ancora)? Resta un profondo mistero e senso di yugen nel “qui” ed “ora” dell’haijin, complimenti Yoshiko, haiku criptico e molto apprezzato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...